Header

Ricerca

Login

Con i venti del lago di Ginevra

La superficie di 582 chilometri quadrati del lago di Ginevra offre spazio in abbondanza per praticare attività ricreative sull’acqua. Per gli abitanti di Ginevra, il «loro» lago è al tempo stesso un luogo dove praticare attività sportive e un posto dove rilassarsi, linfa vitale e fonte d’ispirazione. O un luogo per pionieri, almeno per Justine Mettraux – che qui ha imparato a giocare con i venti, cosa che fa ancora oggi come velista professionista.

american-express-selects-citytrip-genf-hauptbild-NEW

Un lago per i velisti

Per perseguire la sua carriera sportiva Justine Mettraux si è trasferita in Bretagna dal suo paese natale di Versoix, a circa 10 km a nord di Ginevra. Ripensa però con grande piacere ai suoi esordi come velista: «Le condizioni sul lago di Ginevra sono ideali per imparare ad andare in barca a vela», racconta. Ancora oggi, per questa sportiva di successo il richiamo delle sponde del suo paese natale, del lago dove è nata la sua passione per la vela, è forte. «Il lago ha la reputazione di essere piuttosto capriccioso, i venti cambiano spesso.» Ma sono proprio queste condizioni a renderle il ritorno così gradito: «Essere qui mi emoziona sempre.»

Un lago per gli sportivi

Come i venti sul lago di Ginevra possono essere impetuosi, così l’acqua è tranquilla il mattino. «Qui vado spesso sulla tavola da paddleboard.» La mattina il lago è il posto perfetto per questo sport – è così calmo che si vede il fondo. Oltre a tavole da paddleboard, kajak o barche a remi, sul lago interno più grande dell’Europa centrale si vedono anche tanti windsurfisti che giocano con i venti del lago di Ginevra volando insieme a loro sulla superficie dell’acqua.  

Un lago per tutti

Il forte legame del lago con la città si vede anche nel suo simbolo, il «Jet d’eau», che con la sua fontana vigila sulla città dal bacino lacustre. Tanti ginevrini e tante ginevrine addirittura attraversano le acque del lago per andare al lavoro. Con le «Mouettes» (in italiano: gabbiani), i piccoli battelli-taxi gialli, quattro linee collegano una sponda con l’altra tutto l’anno. Insieme alla famosa fontana, questo mezzo di trasporto veloce ed efficiente è un grande motivo di orgoglio per gli abitanti e le abitanti di Ginevra. Queste brevi corse sono molte amate anche dai turisti. Partenza: ogni 10 minuti.

Ginevra è la citta che si affaccia sul lago Lemano

american-express-selects-citytrip-genf-hautbild

Con i venti del Lago di Ginevra

Con la velista professionista Justine Mettraux.

american-express-selects-citytrip-genf-2

Un lago per tutti

Il lago è parte di Ginevra, proprio come il Jet d’Eau è parte del lago.

american-express-selects-citytrip-genf-3

Il Lago di Ginevra, un lago per velisti

Dal 1939 la Société Nautique de Genève organizza la Bol d’Or – una delle più importanti regate su un lago interno in Europa.

Offerte

Mandarin Oriental, Geneva

Questo hotel urbano con elementi in stile Art Déco si trova nel cuore di Ginevra, sulle rive del fiume Rodano, e dispone di 181 spaziose sistemazioni tra camere e suite. Dal 2000 è affiliato al Mandarin Oriental Group. I due ristoranti e il bar propongono varie cucine: l’eccellente Rasoi by Vineet, specializzato in ricette indiane, l’autentica cebicheria Yakumanka by Gastón Acurio e il MO Bar, ideale per un classico pranzo gourmet. Dalla metà del 2019, inoltre, una nuova suite d’autore, la Royal Penthouse, occupa il 7° e ultimo piano dell’albergo.