Header

Ricerca

Login

Il «GmüesEsel» (l’«asino delle verdure») di Berna

Con la cosiddetta «cintura verde», Berna è circondata dalla natura. Sulla ciclovia 888 – che con un percorso di 59 chilometri collega i comuni intorno a Berna e fa parte dello spazio ricreativo vicino all’abitato – il «GmüesEsel» ogni settimana trasporta 200 chili di frutta e verdura in città.

american-express-selects-citytrip-bern-hauptbild

La natura arriva in città accompagnata

Il «GmüesEsel» in realtà si chiama Thomas Wieland. Vive e lavora nell’azienda agricola biologica «Biohof Gumme» a Thörishaus, a poco meno di 15 chilometri dalla capitale svizzera. Su otto ettari, lui e altri amanti dei piaceri genuini coltivano frutta e verdura nel mondo più naturale e sostenibile possibile. Ogni settimana Wieland va in città in modo veloce ed ecologico con la sua e-bike per vendere i suoi generi alimentari al mercato di Berna o per consegnarli ai clienti. Sostenibile non è soltanto il modo in cui l’«asino delle verdure» – è così che Wieland chiama se stesso – si muove, ma anche ciò che trasporta sul suo rimorchio.

Azionate da forza muscolare e passione

Dai semi fino al prodotto finito, Wieland ha scelto di mantenere il suo tipo di produzione su piccola scala. Tutto viene lavorato con strumenti il più semplici possibili, macchine a energia solare e in particolare energia muscolare. Questo ex-ingegnere ha anche dato vita alla «sala fitness produttiva». Nel noto quartiere di Länggasse chi ama sudare può cimentarsi su due biciclette, un cross trainer o un vogatore per fare funzionare le macchine di Wieland: un mulino per produrre la polenta e la semola rimacinata di grano duro o un frantoio da cui estrae diversi oli alimentari. L’ingresso è gratuito e in più si può portare a casa circa un quarto della quantità prodotta in contenitori portati da casa.

La cintura verde di Berna

Il «GmüesEsel» vende la sua merce anche al mercato settimanale nel centro storico di Berna (che tra l’altro è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’UNESCO). Qui si percepisce la vera essenza di Berna: naturale, sostenibile, affascinante. Nell’aria si avverte uno stile di vita scandito da ritmi più rilassati. «A Berna si respira un’atmosfera piacevole. La città non è mai frenetica», dice Wieland. I rapporti sono improntati al rispetto, si prende tempo gli uni per gli altri e ci si prende cura della natura. Pochi visitatori della città sono consapevoli di questa vicinanza con la natura e di questo stile di vita sostenibile seguito da molti abitanti di Berna. Così, anche la ciclovia 888 – il tragitto casa-lavoro del «GmüesEsel» – è poco nota al cittadino svizzero medio. Invece varrebbe assolutamente la pena percorrerla a piedi o in bicicletta: questo percorso facile attraversa dolci colline e costeggia l’Aare. Offre refrigerio nei tratti boscosi e una vista spettacolare sulle vette dell’Oberland bernese e sulla diga del Wohlensee.

Con lo «sherpa delle verdure» sull’itinerario cicloturistico 888 – cintura verde di Berna

american-express-selects-citytrip-bern-1

Tutto a imballaggi zero

Dalla fattoria biologica al mercato o al negozio di prodotti sfusi senza imballaggio.

american-express-selects-citytrip-bern-2

l negozietto del centro storico è un acquirente delle merci di Wieland

Thomas Wieland rifornisce con le sue merci il negozio di prodotti sfusi senza imballaggio «Palette».

american-express-selects-citytrip-bern-3

Il ritorno a una vita semplice

Percorrere la «cintura verde di Berna» per andare dalla fattoria bio alla città e poi rientrare.

Offerte

Congress Hotel Seepark

Affacciata direttamente sul lago di Thun con vista con vista sui monti Eiger, Mönch e Jungfrau è ubicata un’oasi per intenditori: l’Hotel Seepark a quattro stelle superior di Thun. Rilassatevi nelle camere di grande stile e gustate l’eccellente e variegata offerta gastronomica.